CERTIFICAZIONE

Cos’è la certificazione  Slurp e a chi è rivolta.

L’offerta, rivolta a ristoranti, alberghi e strutture ricettive che vogliono gestire ed ampliare il target “famiglia”, propone una soluzione innovativa che  va oltre la semplice  consegna del bollino di certificazione del menu. L’obiettivo principale del progetto,  ideato dal team di specialisti, sarà infatti quello di creare un ambiente ludico-educativo dedicato (oltre ovviamente a fornire il menu-tipo e regole pratiche per rendere appetibili i piatti ed educare i più piccoli ai cibi sani). In tal modo la ristorazione, attraverso un protocollo specifico, imporrà uno stile alimentare riproducibile dalle stesse famiglie, trasformandosi da esempio negativo a modello da imitare.

Benché l’obiettivo principale del progetto preveda la diffusione di un menu equilibrato nella ristorazione familiare, l’impegno sociale per promuovere la sana alimentazione è complesso e bisogna prevedere alcune azioni aggiuntive tutt’altro che secondarie. Inoltre non bisogna sottovalutare le problematiche con le quali i ristoranti si scontrano nel formulare una proposta facilmente applicabile, adeguata al target infantile. Le difficoltà da affrontare sono di ordine pratico e vanno affrontate attraverso un sistema psicopedagogico e strumenti appropriati. I bambini infatti vengono visti come ingestibili pertanto costretti, con la complicità delle famiglie, a mangiare piatti “facili” e subito dirottati a giocare fuori al ristorante, tra i tavoli o, se fortunati, negli spazi gioco adatti al loro. La soluzione più semplice è quella di gestirli affrontando e risolvendo le esigenze relative alla loro età ma in maniera educativa. Per questo motivo il progetto Slurp ha ideato una nuova figura ad hoc: il Maitre dei bambini. Questa nuova professionalità, grazie anche all’allestimento di un piccolo spazio interattivo (il Kids’ lab progettato in esclusiva per Slurp), rappresenterà la soluzione “chiavi in mano” ad un problema di sala ma sarà anche un valore aggiunto, economico, sociale oltre che un eccezionale un veicolo mediatico:

  1. a)  La creazione di una figura ad hoc della ristorazione specializzata nell’accoglienza dei giovani clienti: il Maitre dei bambini. Questa nuova figura professionale, un intrattenitore con competenze di base di pedagogia, conoscenza del menu e dei bambini, si rivelerà una elemento fondamentale per l’accoglienza e la gestione ludica dei più piccoli in tutte le categorie di ristoranti. Inoltre, dal momento che il candidato ideale è rappresentato da una donna o da un giovane, è indiscutibile il vantaggio sociale finalizzato alla creazione di nuove opportunità lavorative per le fasce più deboli senza però precludere l’eventualità di formare un elemento selezionato tra i collaboratori del ristorante. Un vero e proprio jolly che attraverso giochi e manipolazioni aiuta i bambini a scegliere cibo sano, inoltre funge da interfaccia con la cucina occupandosi di risolvere eventuali problematiche inerenti allergie o altro per la gioia di genitori, chef, sala e clienti del ristorante.
  2. b)  Un altro problema relativo all’accoglienza bimbi da risolvere è l’intrattenimento durante le lunghe permanenze a tavola degli adulti. La soluzione, elaborata all’interno del progetto Slurp, è l’allestimento di uno spazio ludico-educativo a tema food che, grazie alle spiegazioni del Maitre dei bambini, aiuta i più piccoli a mangiare cose buone e li intrattiene facendogli fare piccoli dolci, insalate colorate, estratti di frutta e verdura, da portare al tavolo con gli adulti o da consumare ai tavolini del Kids’ bar. Questo spazio, pre-allestito, sarà di pochi metri quadrati e di facile inserimento anche in ristoranti non troppo ampi. La progettazione e la messa in opera del corner è a cura di un’azienda specializzata in allestimento di spazi commerciali. Il modulo di base sarà integrabile con qualsiasi stile di arredamento del ristorante ma, all’occorrenza, potrà essere modificato e personalizzato.

L’insieme delle soluzioni elaborate dal progetto Slurp prevedono dunque la consulenza sul menu bimbi (con l’approvazione dei piccoli degustatori della Città dei bambini), la formazione del Maitre dei bambini e del personale di sala, l’allestimento della mise en place e degli spazi, l’allestimento del Kid’s lab, l’avvio delle attività , testi per brochure e materiale informativo, vetrofanie marchio Slurp, comunicati e lancio alla stampa come da programma del BOLLINO DI CERTIFICAZIONE  SLURP 0-11 che, riassumendo, comprende:

  1. Elaborazione del menu, secondo principi generali della Carta dei diritti alimentari per la crescita, studiato secondo le necessità nutrizionali ma anche psicologiche dei piccoli clienti in linea con il resident chef;
  2. Formazione in aula o presso la struttura di una figura strategica dell’accoglienza in sala (scelta tra i dipendenti): il Maitre dei bambini;
  3. Allestimento e avviamento “Kids’ lab” (il corner predefinito ha un costo extra);
  4. Giornate di attività di formazione teorico-pratica presso il “Kid’s lab” del ristorante di riferimento, visite, supporto e aggiornamenti durante l’anno;
  5. Presentazione alla stampa.

In base alle esigenze dell’esercizio, sarà possibile sviluppare il piano suddiviso anche in diverse fasi.

 

STRATEGIA DI COMUNICAZIONE

Sito web, app, contest, eventi periodici e tutte le azioni di promozione web giornaliere con pagine social dedicate e costantemente aggiornate come da piano di comunicazione. Coinvolgimento delle scuole e delle famiglie attraverso incontri di divulgazione sulla sana alimentazione con dei focus sulla qualità dei prodotti e sui consumi etici e consapevoli. Eventi ed iniziative di beneficenza a favore dei bambini.

 

20232364_280890792394801_9025151520584182057_o